Uno Yoga fluido per liberare le emozioni trattenute

Anukalana-fluid-yogaIl nostro corpo, si sa, è molto abile a trattenere le tensioni che derivano dallo stile di vita frenetico e in particolar modo dalle emozioni trattenute, inespresse.

Raggiungere uno stato di rilassamento reale, duraturo, è possibile quando riusciamo a liberare il corpo da queste tensioni. In particolare quando riusciamo a sciogliere le tensioni più profonde, quelle accumulatesi nei visceri (dotati di muscolatura liscia regolata dal sistema nervoso autonomo) e in muscoli profondi come il diaframma.

Durante la giornata passiamo attraverso diversi stati emotivi ma non sempre siamo liberi di esprimere le nostre emozioni. La cultura, i condizionamenti sociali, le aspettative che gli altri ripongono in noi, ci portano ad adattare continuamente il nostro comportamento per essere accettati. Questo porta ad accumulare una notevole quantità di energia, quell'energia che naturalmente useremo per esprimere le nostre emozioni. Il risultato finale è la tensione.

Da una parte l'energia accumulata produce tensione, dall'altra le emozioni inespresse chiedono di uscire. L'energia viene allora usata per trattenere le emozioni e si formano così dei veri e propri blocchi. Blocchi emotivi, blocchi energetici, ecc. A lungo andare si bloccheranno anche certe funzioni fisiologiche e il corpo cercherà di inviarci dei messaggi per portare l'attenzione proprio lì, dove si è generato uno squilibrio. Spesso però non riusciamo a decifrare questi messaggi e fatichiamo a trovare la strada per liberare l'energia trattenuta e le emozioni ad essa legate.

La pratica dello Yoga può fare molto per questo: gli allungamenti e gli stimoli intensi che vengono esercitati durante la pratica delle asana aiutano a liberare il corpo da questi blocchi.

Esiste inoltre un modo per rendere più naturale e veloce questo processo: rispettare la natura del corpo. Il nostro corpo è costituito per circa l'80% di materia allo stato fluido, liquido. Anche se da fuori sembriamo esseri molto solidi, in realtà siamo molto fluidi!

L'approccio allo Yoga che chiamiamo Anukalana (integrazione) si è sviluppato proprio rispettando questa natura. Una serie di principi legati al movimento, all'allineamento e soprattutto al respiro, permettono di praticare le asana in un modo così naturale e fluido che qualunque cosa tenda a bloccare il corpo viene subito portata alla luce e sciolta attraverso il respiro e il movimento.

Anche nella pratica delle posizioni mantenute a lungo, i principi di Anukalana permettono di continuare a muovere i fluidi del corpo sciogliendo quei blocchi limitanti e liberando le emozioni trattenute.

Il risultato è una sensazione di integrità, liberazione, leggerezza e benessere.

Puoi iniziare da subito a rendere la tua pratica più fluida facendo attenzione a non irrigidirti mai nelle posizioni. Sembra scontato ma abbiamo verificato in tanti anni di pratica che è facile invece irrigidirsi in asana dove l'allungamento è intenso e magari alcuni muscoli lavorano per sostenere il corpo in una certa postura.

Per non irrigidirti fai continuamente una scansione mentale di tutte le parti del corpo mentre sei in posizione e fai fluire il respiro in quelle parti che mandano messaggi di fatica o tensione. La tensione dovrebbe essere evitata scrupolosamente durante la pratica.

Purtroppo negli ultimi anni lo Yoga si è colorato di una forte tendenza a strafare e una forte ricerca dell'allungamento estremo. Questa tendenza porta tensione nella pratica. Per rendere fluida la tua pratica inizia ad ammorbidire le giunture per evitare la tensione e cercare l'allungamento piacevole e profondo.

Siamo fatti per fluire non per sedimentare! Lo dimostra il fatto che sempre più persone stanno scegliendo pratiche fisiche che rispettino la natura fluida del corpo. Imparando a fluire è davvero possibile entrare in profondità con la pratica dello Yoga e sciogliere quei blocchi che da molti anni condizionano il nostro carattere e comportamento.

 

Jacopo-Ceccarelli-108

Autore: Jacopo Ceccarelli Insegnante Yoga dal '94, Naturopata e Counselor.

Incontra Jacopo sui Social Networks :-)

facebook twitter youtube linkedin

 

Google